Campionati assoluti 2014: i risultati

Ruggiero inzia bene con una vittoria per K.O. e finisce con una dubbia sconfitta ai punti: l’auditorium di Gallipoli in rivolta.

Hanno avuto luogo nel palazzetto dello sport di Gallipoli, tra gli altri, i match (sulla lunghezza delle tre riprese) che hanno visto protagonista il pugile andriese Benito “Benny” Ruggiero (69Kg) difesosi egregiamente in entrambi gli incontri sostenuti.

Campionati assoluti 2014 Gallipoli: Benito Benny Ruggiero

L’atleta Benny Ruggiero ed il maestro federale Riccardo Sgaramella.

Nel confronto tenutosi la prima giornata del torneo, Ruggiero è stato protagonista di un match nel quale ha messo in mostra la tecnica pugilistica che lo contraddistingue e ha sconfitto per KO alla seconda ripresa l’atleta laziale Mirko Geografo.

Il successivo match ha visto l’atleta della citta’ di Andria confrontarsi con Marziali Alessandro

Il successivo match ha visto l’atleta della città di Andria confrontarsi con Marziali Alessandro: da subito lo scontro si è fatto acceso, ma Ruggiero ha saputo tenere a bada l’avversario col suo ritmo pugilistico. In due occasioni sono stati evitati dall’arbitro, immotivatamente, conteggi sull’atleta Marziali, esponendolo a un rischio non indifferente, visto che i match di questo torneo si sono svolti senza l’utilizzo del caschetto.

Inoltre sono stati tollerati più volte colpi durante il clinch (la fase in cui i pugili si “abbracciano”). L’incontro si è concluso, con la sorpresa di tutti, con la vittoria di Marziali e la proclamazione è avvenuta con il sottofondo di fischi del pubblico locale.

Ecco il video integrale del match:

Dopo e durante la proclamazione, il pubblico dell’auditorium è esploso in una protesta per il verdetto, vista l’evidente disparità nella preparazione atletica che ha portato Ruggiero a imporsi con intelligenza sull’avversario nel corso dei tre round. All’angolo di Ruggiero c’erano i maestri federali Riccardo e Pietro Sgaramella che, delusi dall’arbitraggio, hanno commentato:

Episodi infelici di arbitraggio come questo non dovrebbero far parte di questo nobile sport, speriamo vengano presi provvedimenti.

Rispettiamo questa disciplina e la pratichiamo con impegno e dedizione, ci sentiamo raggirati da questo tipo di verdetti.

Diversi spettatori, alla fine del match, hanno voluto congratularsi di persona con il pugile sconfitto e rassicurarlo, a testimonianza dell’umore che aleggiava nel palazzetto sportivo relativamente all’esito dell’incontro.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Google+0Email to someone
Leggi altri articoli delle categorie Eventi sportivi News Sportive
Licenza Creative Commons Se non diversamente specificato, tutti i contenuti di questo sito web hanno licenza Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 4.0 Internazionale. Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere richiesti a questo indirizzo e-mail.